"Mentre cammini può succedere che metti un piede su una spina. Sentirai certamente dolore ma farai di tutto per toglierla. Fa lo stesso nella tua vita. Togli le spine e riprendi il cammino."

Maestro**

sabato 25 febbraio 2012

Un interrogativo vecchio come il mondo **

Tutti sanno come può evolvere una storia d’amore: un evento la fa iniziare (può essere un abbraccio, un bacio, un contatto), ci si mette insieme, ci si frequenta, ci si innamora, si passano insieme tanti momenti belli e poi? Potrebbe avvenire qualcosa di inaspettato oppure qualche delusione e si ritorna nuovamente single. Quindi l’amore, e in particolare l’amore di coppia, può essere caratterizzato da quattro fasi: 1) la fase di ascesa, che rappresenta la sua nascita tramite l’attrazione e il successivo innamoramento; 2) la fase di trasformazione dell’innamoramento in amore, che identifica il punto di evoluzione dell’innamoramento; 3) il consolidamento dell’amore di coppia, che teoricamente dovrebbe durare tutta la vita; 4) la fase di declino, in cui i sentimenti possono spegnersi del tutto o in parte, lasciando dentro di noi solo dei ricordi. Questa fase può essere accompagnata da sofferenza, delusione, felicità oppure da un nuovo spirito di rivalsa per intraprendere nuove avventure. Questa è la parabola dell’amore, la storia che narra tutte le possibili fasi in cui può evolvere l’amore di coppia. Ciascuno di noi, nel momento che inizia ad uscire con una nuova persona, potrebbe cominciare la scalata di questa grande montagna. Un lungo sentiero ad ostacoli gli si porrà davanti: si vedrà sempre più la bellezza del panorama, si assaporeranno poco per volta le sensazioni di questa grande ascesa, ma basta pochissimo per precipitare e per ritrovarsi feriti e incapaci di rialzarsi. Necessita, quindi, far diventare la parabola dell’amore solo una grande salita, che deve durare per sempre, per poter vivere serenamente ogni giorno accanto alla persona che abbiamo scelto. Ma come?

Nessun commento:

Posta un commento